Archivio | marzo, 2014

Toccafondi, un nome una garanzia.

25 Mar

Chi è costui?
Gabriele Toccafondi (nomina sunt consequentia rerum) è sottosegretario al Ministero dell’Istruzione, anche se la prima cosa che gli fa curriculum è essere papà di Niccolò e Caterina (una cosa normale, lo facciamo tutti no? Io ad esempio se devo mandare un curriculum all’Unipol, la prima cosa che scrivo è che porto il 40, però poi dipende dalla marca).

Proseguendo nella lettura apprendiamo che “nel corso dei cinque anni (della XVI legislatura, ndr)  si è impegnato in modo particolare per la libertà di educazione, sia per la scuola statale che per la scuola pubblica non statale, per le imprese e per il Non Profit”.

Meraviglioso!, penso. Eccone uno che sta in un Ministero in cui le battaglie per la libertà sono essenziali.

Ma la frase è insidiosetta, e allora scopro che la libertà di educazione si riferisce alle scuole paritarie, cioè alle scuole private, cioè insomma alle scuole cattoliche (!), dicendo che “sulle scuole paritarie occorre portare avanti, oggi più che mai, una battaglia di realismo, una battaglia culturale contro i pregiudizi. Bisogna rottamare l’ideologia, perché anche il nostro Paese veda una effettiva parità tra gli istituti statali e quelli non statali: entrambi fanno parte di un unico sistema, quello dell’istruzione pubblica”.

Insomma Toccafondi è maestro di mistificazione e si è egregiamente impadronito del linguaggio, dei termini e dei discorsi storicamente svillupati per sostenere l’esatto contrario delle sue tesi. Ed è perciò doppiamente pericoloso, perchè confonde e intorpidisce acque altrimenti limpide.

Continua a leggere

Rottami oceanici.

24 Mar

Sono 17 giorni giorni che il boeing della Malaysia Airlines sembra essere stato inghiottito da una breccia spazio temporale e, chissà, magari attualmente sta volando al largo delle nebulosa del granchio. Da allora non è passato giorno senza che non venisse annunciato un qualche avvistamento del relitto. Il primo segnalato da un aereo vietnamita in ricognizione, il secondo nel mar cinese meridionale dove i satelliti avevano individuato tre oggetti di varie dimensioni, il terzo nell’Oceano Pacifico meridionale dove era stato individuato un rottame di 24 metri, il quarto di nuovo nell’oceano indiano meridionale dove galleggerebbe un oggetto lungo 30 metri e largo 22, il quinto individua due grandi oggetti nel sud est del pacifico, e così via.

Addirittura Cortney Love si diceva convinta di aver trovato lei i resti del Boeing, sì perchè nel frattempo la ricerca è diventata una caccia al tesoro a cui chiunque può partecipare visionando immagini in tempo reale inviate dai satelliti.

Però ogni volta, dopo le verifiche, nessuno degli avvistamenti citati si è rivelato essere davvero il relitto dell’aereo scomparso. Scusate allora cosa sono tutti quegli oggetti? Da dove sono usciti questi mostri galleggianti? Abbiamo davvero gli oceani solcati da rottami di trenta metri o sono tutti granelli di polvere interstellare capitati davanti all’obiettivo del satellite (un pò come questa storia qui)?

Il Ventennio del nostro scontento.

17 Mar

Sono vent’anni che è così!

Negli ultimi tempi questa frase l’avrò sentita migliaia di volte. Non c’è un dibattito televisivo in cui presto o tardi qualcuno non la pronunci.
Le nostre scuole mancano di manutenzione da almeno venti anni, è l’ultima che ho sentito pochi giorni fa.

Ora, in Italia far riferimento a un ventennio fa venire in mente automaticamente il Fascismo. Se poi pensiamo a Berlusconi, l’assoluto dominatore dal 1994 in avanti, l’equazione è bella che fatta.

Il livello culturale del popolo italiano si è degradato negli ultimi venti anni.                                                                                                                                                                                           Negli ultimi venti anni l’immagine della donna si è mercificata al punto da diventare un oggetto.
Sono vent’anni che la classe dirigente di questo paese non ha più il senso della realtà.                                                                                                                                     Da vent’anni non ci sono stanziamenti sufficienti per la cultura e il patrimonio artistico.
Da venti anni a questa parte l’etica pubblica si è andata sgretolando.

Etc, etc.

Credo che in breve diventerà un modo di dire, la useremo per indicare tutto quello che non va o che ci indigna.
Il Postamat è fuori servizio! Eeeeh sono vent’anni che non funziona niente in questo paese.
Questo quadro moderno non lo capisco.. Ehhhh sono vent’anni che l’arte non vuol dire più niente.
In TV non ce mai niente di interessante… Ehhh è da vent’anni che non fanno niente di bello.
Ma è possibile che siano tutti così maleducati i giovani d’oggi? Ehhh è da vent’anni che non sappiamo più cos’è il rispetto.
Una volta le girelle erano più grandi… Ehhh da vent’anni a questa parte si è tutto rimpicciolito.

E chi più ne ha più ne metta. Continua a leggere

Concorsi letterari assurdi e/o impossibili

11 Mar

Dopo anni in cui mi gingillo a pestare fitto sui tasti e riempire pagine di word, finalmente il mio pudore inizia a sgretolarsi, le mie insicurezze stanno prendendo dimensioni affrontabili e la paura di un giudizio si sta per andare a sedere in un cantuccio. Ci sono voluti anni per maturare questa sensazione, ma non sono mai stata donna dai processi veloci.
Dunque come buon proposito per il 2014 avevo formulato nella mia testa quello di iniziare a far leggere le cose che ho scritto.
Sempre per il fatto che sono lenta e pure un pò pigra, avevo e ho una certa quantità di scritti alla prima stesura o giù di lì, ma l’altro grande traguardo che ho raggiunto, questa volta nel 2013, è stato quello di aver confezionato un romanzo dall’inizio alla fine. In due anni l’ho revisionato sei volte, letto almeno il doppio, corretto e limato alla nausea, nel vero senso della parola: non lo posso nemmeno guardare senza che mi venga un moto di fastidio.

Continua a leggere

La Tasi della Chiesa? No eh?

5 Mar

http://www.repubblica.it/economia/2014/03/04/news/tasi_resta_l_esenzione_per_la_chiesa_per_pagare_si_useranno_f24_o_bollettino-80208556/?ref=HREC1-1

In virtù dei Patti Lateranensi del 1929, la Chiesa è di nuovo e sempre esente.

Patti Lateranensi.

1929.

Millenovecentoventinove.

Cioè 1929…

Ma potremo mai andare da qualche parte?

Manichini in piedi, persone a terra (le Sentinelle in piedi a Trento).

4 Mar

In questi giorni si parla sempre più spesso delle cosiddette “Sentinelle in piedi”.
I sostenitori di questo movimento, derivato da quello francese che si è opposto alla legalizzazione del matrimonio fra omosessuali e che “denuncia le leggi che distruggono l’Uomo e la Civiltà”, si definiscono apartitici e aconfessionali.
Sul aconfessionali ci credo perché la religione italica dominate è il cristianesimo che mi pare predichi la fratellanza, il dialogo e l’amore universale. Le Sentinelle invece non sopportano che gay, lesbiche e trans pretendano di vivere una vita sicura e felice, e questo è molto poco cristiano.
Pare infatti che le Sentinelle siano insorte la prima volta per protestare contro la legge anti-omofobia proposta da Scalfarotto. Non dovevano poi preoccuparsi più di tanto: siamo in Italia, ospitiamo il Vaticano (che a capo ci sia Ratzinger o Bergoglio non cambia una virgola), era ovvio che ne sarebbe uscita una leggina pasticciata che di fatto non conta nulla.
Poi, visto lo scampato pericolo di avere uno stato dotato di una seria legge contro l’omofobia, le Sentinelle si sono occupate di difendere la famiglia tradizionale. Ecco, qui un sospettuccio sul apartitico, visitando la loro pagina internet, mi è venuto, perché mi ricorda qualcosa, ma non so cosa…

Ad ogni modo, fatta questa breve premessa mi preme darvi conto di una contromossa, secondo me geniale, delle associazioni lgbt di Trento alla manifestazione delle Sentinelle in Piedi.
Le Sentinelle in piedi con il Libro del Giusto e dell’Ingiusto in mano e davanti i loro bersagli che infatti cadono a terra colpiti da quello che costoro rappresentano: “uno schiaffo in piena faccia (…) persone cadute sotto il peso di un insulto, inciampate nella legge che li esclude, uomini e donne con le gambe stanche di scappare”.

http://video.gelocal.it/trentinocorrierealpi/locale/a-terra-davanti-alle-sentinelle-in-piedi/25377/25428

I poveri clienti sfruttati: mail-bombing a Panorama

2 Mar

Ex UAGDC

In questi giorni è ‘scoppiato’ un nuovo caso di prostituzione minorile. Abbiamo visto nei mesi scorsi come la stampa abbia creato un caso mediatico attorno a ciò che è accaduto alle due ragazzine di Roma che si prostituivano. Nei salotti televisivi si alternavano interi servizi dedicati a questo episodio di cronaca con stereotipi che insegnano già alle bambine che il corpo femminile “vende”. Giornali, trasmissioni televisive, telegiornali si concentravano sulle cause che hanno portato le due ragazzine dei Parioli a vendere il proprio corpo, con toni criminalizzanti.

Lo scandalo tutto italiano si è concentrato attorno alla presunta perdita di valori delle adolescenti di oggi con articoli su un fenomeno in crescita. Poco importa alla stampa se gli italiani sono al primo posto nel mondo per viaggi all’estero in cerca di mete dove il sesso con i minori è più accessibile. Nessun articolo ha ritenuto molto importante parlare di padri di…

View original post 553 altre parole

Suprasaturalanx

Noci, miele, ricotta e molto altro!

Le 5 stanze

La "mia" poesia e la "mia" e la "mia". L'epoca e le sue poemie. P.Celan

Fuoridallarete

Since 1990

nessun armadio

coming out of the closet, coming into your life!

agenda19892010

The value of those societies in which the capitalist mode of production prevails, present itself as "an immense accumulation of commodities", its unit being a single commodity --- Karl Marx

menteminima

Vorrei poterne ridere.

iononsonosbagliata

"there's never been a better time than this"

Gio. ✎

Avete presente quegli scomodi abiti vittoriani? Quelli con la gonna che strascica un po' per terra, gonfiata sul di dietro dalla tournure? Quelli con i corsetti strettissimi e i colletti alti che solleticano il collo? Ecco. Io non vorrei indossare altro.

Biblioteca Lesbica

Per la diffusione della letteratura lesbica in Italia

Prismi - Pensieri filosofici

Il sito di chi vuole pensare

Slumberland

"Little Nemo had just fallen asleep when an Oomp appeared who said, "You are requested to appear before his majesty, Morpheus of Slumberland."

Interno Poesia

Blog e progetto editoriale di poesia

giorgeliot

silly novels by lady novelists

vibrisse, bollettino

di letture e scritture a cura di giulio mozzi

Il nuovo mondo di Galatea

Diario ironico dal mitico nordest

Giovane Carina e Disoccupata

Blog sulla vita ai tempi della Disoccupazione

il ricciocorno schiattoso

ci sono creature fantastiche, ma è difficile trovarle

Smile Revolutioner

Living life like it's just one (!!!)

paroladistrega

BARBARA GIORGI

Triskel182

La libertà è il diritto dell'anima di respirare.

VITA DA EDITOR

Interviste, recensioni e retroscena dell’editoria – a cura di Giovanni Turi

fiabeatroci

Fiabe Atroci - Blog contrario all'attualità e favorevole alla realtà

____________Mille Nuovi Orizzonti__________

Nasce dall'esigenza di dare qualche informazione utile sui mezzi di trasporto, ristoranti, guesthouse, luoghi e orari dei viaggi fatti.......lasciando la poesia alla fotografia

giramenti

libri e tiro dinamico

Womenoclock

WoMenoclock! About women, About men, for everybody. Wake up....and fight!

a Vuc's life

2016 - La vita

incroci de-generi

tra classe, razza, genere e specie

Un disinvolto mondo di criminali

Ci volete schiavi, ci avrete ribelli.

lafilosofiAmaschiA

filosofia d'altro genere per la scuola

paracqua

Un buco nell'acqua, mica facile a farsi

#Centonovantaquattro

Basta un poco di zucchero e la pillola va giù

i discutibili

perpetual beta

Pinocchio non c'è più

Per liberi pensatori e pensatori liberi

Born again

Om Gam Ganpataye Namo Namah

Blockmianotes's Blog

quello che leggo, quello che vedo, quello che sento