Strategie di disinnesco delle Sentinelle in piedi (e poi non ne parlo più)

8 Ott

Ha ragione Selvaggia Lucarelli a dire che le Sentinelle in Piedi, non sono una associazione ma sono un metodo, che a volersi rifare al suo significato minimo potremmo definire come la “via per giungere a un determinato luogo o scopo”.

E qual è lo scopo?

Ce ne è uno dichiarato dalle Signore Sentinelle stesse ed è quello di impedire l’approvazione del DDL Scalfarotto, ovvero la legge sull’omofobia (che, ribadisco, è così brutta e insulsa che mi auguro anche io con tutto il cuore che venga cestinata per scriverne una di seria) e la difesa del “diritto di opinione”, dove pare che di opinioni le Signore Sentinelle ne abbiano una sola, ovvero che qualunque altra forma di famiglia che non sia un uomo con una donna possibilmente con primo figlio maschio e seconda figlia femmina, non deve nemmeno essere nominata pena la blasfemia e debba dunque essere negata nella realtà e nella Storia.

E poi ce ne è uno non dichiarato, ed è il perseguimento con cieca volontà dell’obiettivo di impedire istituzionalmente, ovvero tramite lo strumento legislativo (in negativo opponendosi all’approvazione della legge sulle unioni civili o sulla legge contro l’omofobia) e in positivo proponendo documenti e mozioni tesi a ribadire la superiorità di un modello di famiglia su qualunque altro, la deviazione da una verità rivelata, l’imposizione dei dogmi anche a chi a quei dogmi non crede. In questo senso sarebbe ora di capire che questa impostazione non danneggia solo la comunità lgbt, ma tutti coloro che hanno a cuore uno stato laico.

Che cosa fare dunque per contrastare questo metodo?

Il più sicuro sarebbe l’indifferenza per lo meno per quanto riguarda le loro veglie, certo è che restare a casa col culo sul divano sapendo che nella piazza della tua città un manipolo di fondamentalisti sta facendo di tutto per farti passare come un sub-umano dal punto di vista ontologico, ti mette il pepe nel suddetto che in piazza ci arrivi a razzo (a proposito pare che le Signore Sentinelle saranno a Ferrara sabato 11 Ottobre).

Si potrebbe, dato che la stessa Costanza Miriano, donna illuminata e di rara raffinata intelligenza ( fra le sue pubblicazioni vorrei ricordare “Sposati e sii sottomessa” tanto amica di Adinolfi che ha fatto a lungo rimpiangere la Binetti nelle fila del PD), dice che lei non ha mai avuto problemi con tanti suoi amici gay (e te pareva che non era piena anche lei di amici gay, topos irrinunciabile di ogni omofobo che si rispetti), ma singolarmente, sia mai che a questi scherzi di natura a cui lei guarda con compassione cristiana, vogliano mai vantare qualcosa di collettivo come dei diritti neh?, bene dato che appunto anche lei dice che non ha proprio nessun problema con le diversità, allora non avrà niente in contrario se alle prossime veglie parteciperanno anche delle drag queen e dei drag king o magari anche io me medesima intanto che leggo Novella 2000 (mi piace tenermi informata sulle cose che contano, embè?).

Oppure potremmo prendere esempio da quel ragazzo che a Bergamo si è vestito da nazista dell’Illinois col che voleva chiaramente far intendere che le sentinelle sembrano agnelli ma hanno un’anima fondamentalista che nemmeno il Terzo Reich, e fare una veglia speculare alla loro, proprio davanti, che so magari incappucciati come il ku klux klan con in mano uno delle migliaia di libri che negli anni hanno sostenuto il razzismo, o magari tutt* con la camicia verde e i testi della superiorità della cultura europea rispetto al resto del mondo in modo da far capire che fra le veglie delle Signore Sentinelle e queste cose qui non c’è differenza (non propongo vestiti da SS perché sennò la Digos ci porta via tutt*).

Oppure potremmo anche noi andare a fare una veglia sotto i municipi delle nostre città per chiedere di essere finalmente trattati con le stesse opportunità e diritti di ogni altro cittadin* e chiedere ai sindaci e sindache di intraprendere azioni positive (di cui la trascrizione dei matrimoni omosessuali all’estero è un esempio) laddove la politica romana per proprie stupide convenienze, tace da lustri.

Ad ogni modo una cosa è certa, il metodo delle Signore Sentinelle da un punto di vista formale consiste nel ribaltare le frittate sempre e comunque. Adesso strepitano e urlano perché i ricchioni, come ci chiamano loro, gli hanno impedito di manifestare pacificamente e silenziosamente, un po’ come potrebbe sostenere Misters Ics che nella silenziosa quiete della sua stanza dei bottoni, in perfetta asettica serenità potrebbe pigiare un tasto e far partire un missile, e potrebbe sostenere che lui non ha mica sgozzato con un coltello nessuno, per tanto è un non-violento.

Sono tranelli in cui non dobbiamo cadere, ma dobbiamo dire sempre e con forza che la democrazia non è permettere ad altri di essere violenti e uno Stato che si definisca democratico non dovrebbe permetter che tale violenza ideologica e culturale, come nel caso delle Signore Sentinelle, varchi mai le soglie del Parlamento e delle Istituzioni.

Assunto clamorosamente negato dal nostro prezioso ministro Alfano e dalla sua bella circolare.

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Suprasaturalanx

Noci, miele, ricotta e molto altro!

Le 5 stanze

La "mia" poesia e la "mia" e la "mia". L'epoca e le sue poemie. P.Celan

Fuoridallarete

Since 1990

nessun armadio

coming out of the closet, coming into your life!

agenda19892010

The value of those societies in which the capitalist mode of production prevails, present itself as "an immense accumulation of commodities", its unit being a single commodity --- Karl Marx

menteminima

Vorrei poterne ridere.

iononsonosbagliata

"there's never been a better time than this"

Gio. ✎

Avete presente quegli scomodi abiti vittoriani? Quelli con la gonna che strascica un po' per terra, gonfiata sul di dietro dalla tournure? Quelli con i corsetti strettissimi e i colletti alti che solleticano il collo? Ecco. Io non vorrei indossare altro.

Biblioteca Lesbica

Per la diffusione della letteratura lesbica in Italia

Prismi - Pensieri filosofici

Il sito di chi vuole pensare

Interno Poesia

Blog e progetto editoriale di poesia

giorgeliot

silly novels by lady novelists

vibrisse, bollettino

di letture e scritture a cura di giulio mozzi

Il nuovo mondo di Galatea

Diario ironico dal mitico nordest

Giovane Carina e Disoccupata

Blog sulla vita ai tempi della Disoccupazione

il ricciocorno schiattoso

ci sono creature fantastiche, ma è difficile trovarle

Smile Revolutioner

Living life like it's just one (!!!)

paroladistrega

BARBARA GIORGI

Triskel182

La libertà è il diritto dell'anima di respirare.

VITA DA EDITOR

Interviste, recensioni e retroscena dell’editoria – a cura di Giovanni Turi

fiabeatroci

Fiabe Atroci - Blog contrario all'attualità e favorevole alla realtà

____________Mille Nuovi Orizzonti__________

Nasce dall'esigenza di dare qualche informazione utile sui mezzi di trasporto, ristoranti, guesthouse, luoghi e orari dei viaggi fatti.......lasciando la poesia alla fotografia

giramenti

libri e tiro dinamico

Womenoclock

WoMenoclock! About women, About men, for everybody. Wake up....and fight!

a Vuc's life

2016 - La vita

incroci de-generi

tra classe, razza, genere e specie

Un disinvolto mondo di criminali

Ci volete schiavi, ci avrete ribelli.

lafilosofiAmaschiA

filosofia d'altro genere per la scuola

paracqua

Un buco nell'acqua, mica facile a farsi

#Centonovantaquattro

Basta un poco di zucchero e la pillola va giù

i discutibili

perpetual beta

Pinocchio non c'è più

Per liberi pensatori e pensatori liberi

Born again

Om Gam Ganpataye Namo Namah

Blockmianotes's Blog

quello che leggo, quello che vedo, quello che sento

Un'altra Donna. L'impudenza dello sguardo.

"le immagini sono buone per confondere le idee, non per chiarirle"

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: