Pattumare il patteggiamento

28 Nov

C’è qualcosa che non va nel nostro sistema giudiziario. Ne sono certa, altrimenti non sarebbe possibile che dei delinquenti, alcuni pure recidivi, se la siano cavata con il patteggiamento e dei risarcimenti che mi viene da ridere, per l’affare Expo.

Ho letto definizione e descrizione del termine patteggiamento sulla Treccani e ho scoperto che si tratta di un accordo fra accusa e difesa che

  • prevede la riduzione della pena in cambio dell’ammissione di colpevolezza;
  • è facoltà del giudice per le indagini preliminari accettare o meno la proposta d’accordo.

Voglio intanto dire che riterrei cosa buona e giusta escludere dall’ambito del patteggiamento reati che recano danno a una collettività intera.

Noi tutti inorridiamo di fronte agli omicidi, agli stupri, alle violenze, ai soprusi, alle angherie fisiche e psichiche inflitte da un individuo su un altro. E ci mancherebbe, io sono la prima.

Invece reati come quelli ammessi dagli imputati della cupola Expo, magari ci fanno indignare sul momento , ma non ci procurano l’orrore che dovremmo provare.

Abbiamo imparato che il sistema Expo non è una novità, è semplicemente l’ultima applicazione in ordine di tempo di un sistema collaudato da tempo in molte regioni e per ogni opera di una qualche rilevanza.

Questi delinquenti si sono messi d’accordo per spartire lavori e favori come nelle migliori delle nostre tradizioni. Ma cosa comporta una cosa del genere?

E’ bene ricordare che stiamo sempre parlando di soldi pubblici dato che l’ammontare dei finanziamenti che dovrebbero venire dall’Erario per Expo è del 85%.

Cioè soldi della collettività, dei lavoratori, dei pensionati, delle imprese, della società civile. Quei soldi cioè dovrebbero essere investiti a beneficio della collettività intera, che dovrebbero essere spesi per la nostra qualità della vita all’interno dello Stato.

Invece costoro li amministrano per i loro interessi, e questo è un sopruso non verso un individuo, ma verso tutti i componenti della collettività.

Vogliamo poi parlare dei danni civili, sociali e morali della turbativa d’asta?

Cioè gli appalti pubblici truccati sono un colpo mortale alla concorrenza, allo sviluppo, alla salute di una economia. Un’azienda sana, che lavora onestamente e che non vuole piegarsi al sistema di corruzione diffuso, non ha altra speranza che la prospettiva di non affondare.

Abbiamo una idea del danno in termini di tasso medio di onestà intellettuale, di sviluppo etico e di ossatura sociale di un paese?

E a questi qui è permesso di patteggiare?

Ma per favore.

Annunci

2 Risposte to “Pattumare il patteggiamento”

  1. ammennicolidipensiero novembre 28, 2014 a 6:04 pm #

    l’illuminante redpoz lo spiega così:
    http://discutibili.com/2014/11/04/larte-di-patteggiare-pillole-di-giustizia/

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Suprasaturalanx

Noci, miele, ricotta e molto altro!

Le 5 stanze

La "mia" poesia e la "mia" e la "mia". L'epoca e le sue poemie. P.Celan

Fuoridallarete

Since 1990

nessun armadio

coming out of the closet, coming into your life!

agenda19892010

The value of those societies in which the capitalist mode of production prevails, present itself as "an immense accumulation of commodities", its unit being a single commodity --- Karl Marx

menteminima

Vorrei poterne ridere.

iononsonosbagliata

"there's never been a better time than this"

Gio. ✎

Avete presente quegli scomodi abiti vittoriani? Quelli con la gonna che strascica un po' per terra, gonfiata sul di dietro dalla tournure? Quelli con i corsetti strettissimi e i colletti alti che solleticano il collo? Ecco. Io non vorrei indossare altro.

Biblioteca Lesbica

Per la diffusione della letteratura lesbica in Italia

Prismi - Pensieri filosofici

Il sito di chi vuole pensare

Interno Poesia

Blog e progetto editoriale di poesia

giorgeliot

silly novels by lady novelists

vibrisse, bollettino

di letture e scritture a cura di giulio mozzi

Il nuovo mondo di Galatea

Diario ironico dal mitico nordest

Giovane Carina e Disoccupata

Blog sulla vita ai tempi della Disoccupazione

il ricciocorno schiattoso

ci sono creature fantastiche, ma è difficile trovarle

Smile Revolutioner

Living life like it's just one (!!!)

paroladistrega

BARBARA GIORGI

Triskel182

La libertà è il diritto dell'anima di respirare.

VITA DA EDITOR

Interviste, recensioni e retroscena dell’editoria – a cura di Giovanni Turi

fiabeatroci

Fiabe Atroci - Blog contrario all'attualità e favorevole alla realtà

____________Mille Nuovi Orizzonti__________

Nasce dall'esigenza di dare qualche informazione utile sui mezzi di trasporto, ristoranti, guesthouse, luoghi e orari dei viaggi fatti.......lasciando la poesia alla fotografia

giramenti

libri e tiro dinamico

Womenoclock

WoMenoclock! About women, About men, for everybody. Wake up....and fight!

a Vuc's life

2016 - La vita

incroci de-generi

tra classe, razza, genere e specie

Un disinvolto mondo di criminali

Ci volete schiavi, ci avrete ribelli.

lafilosofiAmaschiA

filosofia d'altro genere per la scuola

paracqua

Un buco nell'acqua, mica facile a farsi

#Centonovantaquattro

Basta un poco di zucchero e la pillola va giù

i discutibili

perpetual beta

Pinocchio non c'è più

Per liberi pensatori e pensatori liberi

Born again

Om Gam Ganpataye Namo Namah

Blockmianotes's Blog

quello che leggo, quello che vedo, quello che sento

Un'altra Donna. L'impudenza dello sguardo.

"le immagini sono buone per confondere le idee, non per chiarirle"

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: