Tag Archives: potere

Come una cartaccia.

11 Giu

Parecchi anni fa percorrevo una strada periferica intorno alla città in cui vivo. Studiavo ancora ed ero una giovane di belle speranze, come lo sono tutti i giovani. Davanti a me una berlina non particolarmente nuova di cui non ricordo né colore né modello. Però ricordo che poco prima di una curva, il conducente abbassò il finestrino, armeggiò con qualcosa a lato del passeggero e un secondo dopo gettava fuori dal finestrino che aveva appena abbassato, un cucciolo di gatto. Un minuscolo e terrorizzato cucciolo che schizzò via come un servizio di Serena Williams, schivando miracolosamente la macchina in senso contrario e tuffandosi dentro un prato. Continua a leggere

Annunci

Happy Valentine

14 Feb

Mai come quest’anno ci sono un mucchio di cose carine da dire in questa giornata. Già so che direte: ma che c’entra!

C’entra c’entra.

Oggi è San Valentino, festa degli innamorati. Cuoricini, cioccolatini, rose come se piovesse… Ci vogliamo bene, ci rispettiamo, ci amiamo profondamente, siamo un corpo e un anima. Ah l’amour!

Giusto ieri abbiamo avuto un dato che dà proprio la misura di quanto amore e rispetto gira sul suolo italico. Tanto eh? L’avrete letto: “Si stima che siano 8 milioni 816mila (43,6%) le donne fra i 14 e i 65 anni che nel corso della vita hanno subito qualche forma di molestia sessuale e si stima che siano 3 milioni 118mila le donne (15,4%) che le hanno subite negli ultimi tre anni” (fonte: ISTAT). Love is in the air! Continua a leggere

People have the power

28 Gen

L’ho scritto anche nelle note introduttive del mio primo romanzo, due paginette iniziali che ho inserito, non solo perché funzionale nell’economia della storia, ma anche come omaggio alla laurea in filosofia che ho preso negli anni che furono (e anche come una giustificazione per 4 anni di tasse universitarie). In certi testi di filosofia, in tutte le epoche, è quasi un must andare per brevi paragrafi che suonano come aforismi, epigrammi, sentenze. E così ho fatto anche io, in quelle due paginette dove fra le altre cose ho scritto anche: “I rapporti fra le persone funzionano così: che se qualcuno ha del potere su qualcun altro non manca di esercitarlo, che lo voglia o no”. Sono due righe che ho scritto molti anni fa, ma constato quanto siano sempre vere, anzi più vere adesso che allora. Sarà che il pensiero di cos’è e come si esprime, a tutti i livelli, il potere mi gira nella testa da anni, sarà che lo vedo come il concetto fondamentale a cui guardare criticamente se vogliamo cambiare qualcosa. Continua a leggere

Trova le differenze

22 Dic

 

Le “prime volte” sono quelle che danno, nel bene nel male, il senso e la misura di un’esistenza che si muove e sperimenta. Ogni anno, a voler dividere il tempo in anni, ci sono delle cose che si pensano, si sentono, si fanno per la prima volta. La prima volta più significativa del mio 2017, ad esempio, è stato il coming out come aspirante scribacchina, e non è stato poco. In questo post voglio prendermi in anticipo su una prima volta del 2018: sarà la prima volta che non rinnoverò la tessera Arcilesbica (e ce l’ho davvero da tanti anni). Temo sarà un post lungo e un po’ ondivago, abbiate pazienza, di sicuro sarà l’ultimo del 2017.

Questo Dicembre ho iniziato a leggere un libro che ho con me, senza averlo mai sfogliato, da non so nemmeno più quanto. Sono quattro saggi della De Lauretis raccolti in una edizione Feltrinelli del 1999, bella copertina rossa e ruvida, e l’evocativo titolo “Soggetti Eccentrici”. Ne leggo un paio di pagine, quando va bene, alla mattina prima di andare al lavoro. Alcuni passaggi li devo leggere e rileggere perché subito non ne comprendo il significato, e del tutto non lo comprendo nemmeno dopo, e così mi rendo conto una volta in più di quante cose ignoro, di quante elaborazioni mi sfuggono, di quanti libri non ho letto, di quante teorie non padroneggio; ma la vita è una e tutto dentro non ci sta, specie se la maggior parte della tua giornata è impegnata in tutt’altro rispetto allo studio del femminismo e dei gender studies. Continua a leggere

La metropoli e la vita dello spirito

8 Mag

A inizi del novecento George Simmel, considerato uno dei fondatori della moderna sociologia, scriveva a proposito dei cambiamenti delle percezioni di coloro che si trovavano a vivere nelle nascenti metropoli, come già erano Parigi o Londra. Una cosa l’aveva capita con chiarezza: la tendenza anestetizzante che la sovrabbondanza di stimoli avrebbe indotto nel cittadino, qui inteso come colui che vive in una città. Profetizzò che saremmo diventati tutti un po’ blasé, e credo di poter dire senza tema di essere smentita che la storia gli ha dato ampiamente ragione (Gli indifferenti di Moravia chiarisce, fra le altre cose, chi è il tipo blasé). Per lui la sovrabbondanza di stimoli era, per esempio, il traffico delle macchine, i movimenti di folle sui marciapiedi, i semafori e i loro segnali, gli incroci di persone, i locali di divertimento con i loro frastuoni e voci, e cose di questo genere. Chissà cosa avrebbe pensato della nostra attuale società, in cui la sovrabbondanza di stimoli è diventata lo sfondo scontato su cui surfare per svolgere una qualunque attività; cosa avrebbe pensato della nostra era, in cui corpi e menti vengono attraversati da un continuo fascio di impulsi e stimoli (anche se a vedere certuni c’è da credere che passino per lo più senza lasciare traccia, un po’ come fanno i neutrini con la crosta terrestre). Continua a leggere

Sunday mood

·Don't look back. You are not going that way·

AnimALiena

Fuori luogo in ogni dove

La mia madeleine

Una storia d'amore

ius20pg

da Perugia su diritto e società

wwayne

Just another WordPress.com site

Suprasaturalanx

Noci, miele, ricotta e molto altro!

Fuoridallarete

Since 1990

nessun armadio

coming out of the closet, coming into your life!

agenda19892010

The value of those societies in which the capitalist mode of production prevails, present itself as "an immense accumulation of commodities", its unit being a single commodity --- Karl Marx

menteminima

Vorrei poterne ridere.

iononsonosbagliata

"there's never been a better time than this"

Gio. ✎

Avete presente quegli scomodi abiti vittoriani? Quelli con la gonna che strascica un po' per terra, gonfiata sul di dietro dalla tournure? Quelli con i corsetti strettissimi e i colletti alti che solleticano il collo? Ecco. Io non vorrei indossare altro.

Prismi - Pensieri filosofici

Il sito di chi vuole pensare

Slumberland

"Little Nemo had just fallen asleep when an Oomp appeared who said, "You are requested to appear before his majesty, Morpheus of Slumberland."

Interno Poesia

Blog e progetto editoriale di poesia

giorgeliot

silly novels by lady novelists

vibrisse, bollettino

di letture e scritture a cura di giulio mozzi

Il nuovo mondo di Galatea

Diario ironico dal mitico nordest

il ricciocorno schiattoso

ci sono creature fantastiche, ma è difficile trovarle

Smile Revolutioner

Living life like it's just one

paroladistrega

BARBARA GIORGI

Triskel182

La libertà è il diritto dell'anima di respirare.

VITA DA EDITOR

Interviste, recensioni e retroscena dell’editoria – a cura di Giovanni Turi

fiabeatroci

Fiabe Atroci - Blog contrario all'attualità e favorevole alla realtà

____________Mille Nuovi Orizzonti__________

Nasce dall'esigenza di dare qualche informazione utile sui mezzi di trasporto, ristoranti, guesthouse, luoghi e orari dei viaggi fatti.......lasciando la poesia alla fotografia

giramenti

libri e tiro dinamico

Womenoclock

WoMenoclock! About women, About men, for everybody. Wake up....and fight!

incroci de-generi

tra classe, razza, genere e specie

Un disinvolto mondo di criminali

Ci volete schiavi, ci avrete ribelli.

lafilosofiAmaschiA

filosofia d'altro genere per la scuola

paracqua

Un buco nell'acqua, mica facile a farsi

i discutibili

perpetual beta

Pinocchio non c'è più

Per liberi pensatori e pensatori liberi

Born again

Om Gam Ganpataye Namo Namah

Blockmianotes's Blog

quello che leggo, quello che vedo, quello che sento